zimbra-vodafoneVodafone ha tra il suo pacchetto di offerte Vodafone Rete Unica, un centralino virtuale a cui sono connessi telefoni fissi come interni e cellulari. Entrambe le tipologie di dispositivi sono collegati ad un server centrale, ed entrambi hanno accesso ad una rubrica telefonica gestibile tramite l'area privata del sito Vodafone.

Ovviamente per chi ha Zimbra non ha senso gestire due rubriche diverse, che è scomodo e induce a possibili errori. L'ideale sarebbe sincronizzare le due, partendo magari da quella di Zimbra che è sempre a portata di mano.

Questo è quello che ci ha chiesto un cliente, e che abbiamo realizzato grazie a strumenti open source ed uno script di elaborazione dei dati.

policyd logoZimbra include al suo interno Postfix, il popolare MTA per la consegna della posta, che però al giorno d'oggi, da solo, ha qualche limitazione. In particolare l'intensità dello spam e dei tentativi di abuso dei server mail si è fatta sempre maggiore, e lasciare un MTA aperto senza controllo non è sempre indicato.

Per questo scopo è stato introdotto PolicyD, un demone da affiancare a Postfix in grado di limitare o rifiutare le connessioni SMTP secondo determinati criteri. PolicyD implementa il GreyListing, SPF, limiti di traffico, controlli su HELO/EHLO.

Zimbra 8.0.6 include PolicyD 2.1.0-beta, ed è configurabile modificando i valori del suo database SQLite. Ma il demone include anche una comoda WebUI, e per abilitarla bastano poche operazioni.

Schema funzionamento bcacheMolti computer di recente distribuzione hanno al loro interno una piccola scheda SSD affiancata al tradizionale disco rigido. Tipicamente su questo supporto viene installato il sistema operativo, in modo da rendere veloce l'accensione, e tutto il resto dei dati e dei programmi vengono messi normalmente sul disco più lento. Ma se invece volessimo un sistema più veloce potremmo usare l'SSD come cache del disco fisso, in questo modo non sarà solo il sistema operativo a beneficiare della velocità del disco a stato solido ma tutti i dati!

Attualmente non è possibile fare una nuova installazione di Ubuntu o Fedora usando Bcache. I passaggi consigliati sono di eseguire un'installazione tradizionale sul disco fisso e procedere poi all'aggiunta dell'SSD con Bcache in seguito. 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information