Se si tratta di estendere una partizione e non di ridurla, e se la risorsa si trova su un volume LVM, il ridimensionamento di una partizione DRBD è abbastanza semplice.

La prima cosa da fare è estendere il disco sottostante, su entrambi i nodi:

<code>lvextend -L +20G /dev/volgroup/drbd0</code>

Una volta fatto questo, come dice la guida ufficiale, è sufficiente lanciare (supponendo che la risorsa si chiami drbd0):

<code>drbdadm resize drbd0</code>

Possiamo quindi passare all'estensione del filesystem, che nel caso di ext4 sarà:

<code>resize2fs /dev/drbd/by-res/drbd0</code>

Et voilà, il gioco è fatto.

Le condizioni per cui questa procedura funzioni sono che:

  1. le partizioni a cui si appoggia DRBD siano estese su tutti i nodi (o avremo un errore di spazio insufficiente);
  2. ci sia un solo nodo Primary;
  3. entrambi i nodi siano in stato Connected.

E' possibile però rinunciare all'ultima condizione. Se, ad esempio, il cluster drbd non è mai stato connesso (e quindi l'unico nodo attivo è in WFConnection) si può dire al comando di resize di fidarsi di noi. Sostituiamo quindi il secondo comando sopra con:

<code>drbdadm -- --assume-peer-has-space resize drbd0</code>

e saremo in grado di effettuare il resize di drbd anche se non in Connected.

In alternativa è possibile usare il metodo manuale offline spiegato sempre sulla guida.

fb sdk mashableLe nuove librerie PHP di Facebook versione 4.x, che si intefacciano con le api 2.2, usano i namespace, funzionalità non ancora usata a pieno in Yii 1.1. Secondo le istruzioni di Facebook presenti su GitHub è sufficiente definire una costante ed includere l'autoloader dell'SDK. Questa soluzione purtroppo non va a braccetto con il loader integrato di Yii.

Esiste però un'escamotage usando gli strumenti interni di Yii. La soluzione è facilmente estendibile a qualunque altra libreria che usi i namespace ed abbia bisogno di un loader.

Cryptolocker virusIl virus Cryptolocker è difficile da rilevare e, una volta infettati, i file sono definitivamente compromessi!

il virus Cryptolocker viene normalmente trasmesso tramite e-mail.L'e-mail "ospite" proviene tipicamente da un mittente conosciuto e contiene un allegato un file che sembra essere un PDF ma in realtà è un eseguibile che installa il virus Cryptolocker.Una volta installato, infetta i file della suite Microsoft Office (Word, Excel, Powerpoint) ed i file PDF criptandoli e, di conseguenza, rendendoli illeggibili. Quando si cerca di aprire i file, il virus Cryptolocker avvisa che i file sono infetti e che per poterli decriptare (e quindi renderli nuovamente leggibili) bisogna inviare denaro via internet.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information